fbpx

La rigenerazione a freddo delle pavimentazioni è una tecnica che permette di realizzare, a partire dal conglomerato bituminoso e dal bitume sotto forma di emulsione, un conglomerato bituminoso dalle caratteristiche fisico-meccaniche simili a quelle del conglomerato ottenuto con metodi tradizionali. 

Ciò che fa la differenza in questo tipo di processo è la riduzione dell’impiego delle materie prime che nel non dovere corrispondere ad energia termica nei processi di produzione, con risvolti positivi dal punto di vista ambientale, economico e energetico. 

Il riciclaggio dell’asfalto in sito avviene grazie all’utilizzo di macchine che permettono la miscelazione in continuo del granulato di conglomerato bituminoso, con emulsione bituminosa, cemento, acqua e aggregati vergini di integrazione per la correzione del fuso granulometrico, in caso di necessità. 

Quali sono i vantaggi del riciclaggio dell’asfalto a freddo?

Come anticipato la tecnica del riciclaggio a freddo offre i seguenti vantaggi:

  • Vantaggi ambientali: il materiale recuperato dalla pavimentazione già esistente è quasi del 100% con conseguente azzeramento di aree destinate a discarica e minimo apporto possibile di materiali vergini.
  • Buone caratteristiche prestazionali dello strato riciclato: le modalità di realizzazione ed il controllo delle varie fasi di miscelazione, nonché della stesa e della posa in opera del materiale riciclato, ne garantiscono prestazioni elevate. 
  • Tempi brevi di costruzione: i treni di riciclaggio hanno una produttività elevata, riducendo notevolmente i tempi di costruzione della pavimentazione rispetto a quelli tradizionali, e di conseguenza minimizzando tutti i fastidi che derivano dalla presenza di un cantiere, soprattutto in termini di circolazione. 
riciclaggio asfalto a freddo

Riciclaggio asfalto a Freddo, il treno di riciclaggio a freddo

Un treno di riciclaggio è costituito da un insieme di macchine operatrici semoventi, che possono differenziarsi in base al tipo di macchine utilizzate, in funzione delle modalità previste per intervento; sarà composto da:

  • pulvimixer;
  • spandi-cemento;
  • autocisterna contenente l’emulsione bituminosa;
  • autocisterna per rifornimento di acqua;
  • rulli per la compattazione.

Come avviene praticamente il riciclaggio dell’asfalto a freddo in sito

Le macchine fresatrici sono dotate di un  tamburo di fresatura composto da un elevato numero di utensili da taglio che, durante la rotazione “fresano” l’asfalto preesistente.

Mentre si svolgono le operazioni di scarifica, l’acqua contenuta in una cisterna collegata alla riciclatrice, viene erogata mediante un tubo e spruzzata all’interno della camera di miscelatura della stessa. L’acqua, misurata con precisione tramite un impianto di iniezione gestito da un microprocessore, viene miscelata con il materiale fresato così da ottenere il contenuto d’umidità ottimale per effettuare il costipamento. L’emulsione bituminosa viene introdotta direttamente nella camera di miscelatura in modo analogo

 

Vuoi conoscere quali prove in situ realizziamo?

CONTATTACI ora compilando l’apposito form!

 

13 + 5 =

Open chat